S C U L T O R E    M E T A B O L I S T A    V I S I O N A R I O


Fotografia Metafisica generata da un processo Metabolista Visionario 

Massimo Francalanci - Metabolista Visionario

 

Un mezzo ad alto contenuto tecnico come la fotografia diventa generatore di visioni metafisiche attraverso il metabolismo visionario. Qui di seguito ecco gli appunti di un processo di ricerca tendente a visoni metafisiche generate dalla metabolizzazione.

 

Flusso Creativo nel Metabolismo Visionario e Fotografia Metafisica

 

Il Metabolismo Visionario compone il suo flusso creativo di quattro momenti. 

 

1 - Raccolta Esperenziale razionale, emozionale e spirituale 

2 - Metabolizzazione 

3 - Visione 

4 - Valutazione come crescita della raccolta esperenziale 

 

Entrando nel merito di ognuna delle fasi del flusso vediamo: 

 

1 - Raccolta Esperenziale 

Nel percorso di vita terrena e cosmica raccogliamo informazioni, dati, emozioni, sentori spirituali, ecc. ogni attimo della nostra esistenza fornisce materiale razionale, emozionale e spirituale che andiamo ad immagazzinare con atteggiamento Convergente Ossessivo in un momento caratterizzato da un Flow Razionale. 

Questa fase si puó assimilare nella Gestalt alla preparazione

 

2 - Metabolizzazione 

La metabolizzazione di ciò che abbiamo raccolto nella prima fase del flusso ha bisogno di un elemento di innesco per partire. L’innesco può essere volontario o involontario. L’innesco della metabolizzazione porta uno stato Divergente Istrionico e si manifesta inizialmente in maniera Psichedelica per poi proseguire con espressioni scritte, disegnate, appuntate, seguite dall’azione creativa della costruzione dell’opera stessa. La fase di metabolizzazione può essere accompagnata da musica o altri amplificatori dell’atteggiamento Divergente Istrionico. 

Il Flow emozionale caratterizza questa fase.  

Nella Gestalt potremmo assimilare questa fase all’incubazione. 

 

3 - Visione

Arriva quando la metabolizzazione raggiunge uno stato di maturità. Si tratta di un momento in cui arriva l’opera, si manifesta  durante l’azione diretta sull’opera che ad un certo momento somma in se tutti gli equilibri e soddisfa lo stato Divergente Istrionico ed Emozionale dell’artista. 

Con la maturità questa fase porta ad opere metafisiche, la Visione matura Trascende verso la metafisica

Il Flow qui è ancora emozionale. 

Nella Gestalt potremmo esprimere la visione con l’insight 

 

4 - Valutazione 

L’opera qui è completata, il Flow torna ad essere razionale e l’atteggiamento Convergente Ossessivo. Qui il momento della lettura dell’opera e della presentazione al pubblico della stessa. 

Le considerazioni di questa fase permettono l’arricchimento delle raccolte esperenziali formando basi sempre più corpose pronte per le opere successive. 

Nella Gestalt la Valutazione 

 

Tendenza Metafisica del momento della Visione (3)

Il terzo momento del metabolismo visionario nasce dalla metabolizzazione di stati comprendenti la materia, le sensazioni, caratteri razionali, emozionali e spirituali. Il terzo momento ha quindi elementi generatori eterogenei e trasversali dal reale allo spirituale, si, vero, ma la visione che ne è generata tende a qualcosa di metafisico.

La condizione mentale divergente della Visione offre la libertà necessaria per tendere allo spirito, a qualcosa di non comprensibile ma che è espressione metafisica.

Il passaggio alla generazione di qualcosa di metafisico nel momento della Visione si è manifestato nella sua forma più forte quando sono passato dalla scultura alla fotografia. Nelle mie sculture elementi metafisici, erano presenti insieme ad archetipi ed elementi del razionale, il passaggio alla fotografia mi ha portato verso un pensiero metafisico.

Fin dal momento dello scatto fotografico non pongo nessun vincolo, lo scatto avviene in maniera istintiva, registro nella macchina “qualcosa” che verrà metabolizzato fino a generare una visione metafisica.

 

 

Massimo Francalanci - Metabolista Visionario